SU
Image Alt

ROMEA STRATA: DA PIAN DELLE FUGAZZE A VICENZA

ROMEA STRATA: DA PIAN DELLE FUGAZZE A VICENZA

$0 / per person
(0 Reviews)

Siamo sulla via Romea Vicetia che parte da Rovereto (Trentino) e giunge fino a Montagnana.

Il percorso inizia da Passo Pian delle Fugazze  dove facciamo la memoria  della grande guerra ed è quindi l’occasione nella quale puntare il nostro sguardo sulla necessità della pace e di non vivere in forme conflittuali  con chi è diverso da noi. Lungo questo percorso vi sono diverse memorie che ci riportano al periodo romano  e quindi alla evangelizzazione avvenuta in queste terre nell’ antichità della quale abbiamo una  grande memoria a Pievebelvicino chiesa madre di tutta la Val Leogra.

In questi territori facciamo anche memoria delle popolazioni cimbre giunte dalla Germania le quali hanno anche portato con se la lana che in questa valle , vista la ricchezza d’acqua, è stata lavorata con strumenti tecnologici sviluppando quindi  questo tessuto molto importante memoria nell’ archeologia industriale.

A Schio venivano accolti i pellegrini nelle antiche chiese di San Giacomo, con l’ annesso ospitale, e San  Pietro.

Chi si dirigeva verso Santiago  alloggiava presso San Giacomo e chi invece si dirigeva verso Roma  alloggiava presso San Pietro.

A Schio si fa memoria anche di Santa Giuseppina Bakhita  che fu vittima della tratta degli schiavi nel  XVIII secolo. Ci si dirige poi lungo la pista dei veneti e si  incontrano Santa Maria Liberatrice a Malo e Santa Maria del Cengio a Isola Vicentina. Si giunge poi a Vicenza tramite Porta Santa Croce dove vi è l’antico quartiere  di accoglienza dei pellegrini e dove vi è la chiesa di San Giacomo oggi chiesa dei Carmini.

In cattedrale e in chiesa di Santa Corona sono custodite le reliquie  della Santa Croce , della passione di Cristo avvenuta a Gerusalemme, portata a Vicenza  nel  XIII secolo da Beato Bartolomeo da Breganze.

Infine si conclude il cammino del pellegrinaggio nel santuario della Madonna di Monte Berico.

Programma del Pellegrinaggio

1

1° giorno: PASSO PIAN DELLE FUGAZZE – VALLI DEL PASUBIO Tappa T03VI

Nella giornata si percorreranno circa 14 km. Partenza da Passo Pian delle Fugazze, valico alpino situato a 1163 m s.l.m., lungo il confine tra le province di Vicenza e Trento, separa la catena del Sengio Alto dal massiccio del Pasubio, montagne teatro della prima guerra mondiale, mettendo in comunicazione la Val Leogra e la Vallarsa/Val d’Adige. Pranzo al sacco autogestito. In cammino lungo la Romea Vicetia si arriverà a Sant’Antonio del Pasubio in località Bariola dove si attraverserà la caratteristica contrada. Visita all’antica cappella di Bariola e al museo della Prima Guerra Mondiale. Proseguimento a piedi lungo la via dell’Acqua fino a Valli del Pasubio, possibile visita all’antica segheria veneziana. Cena e pernottamento.
2

2° giorno: VALLI DEL PASUBIO – TORREBELVICINO - SCHIO Tappa T04VI

Prima colazione. Partenza a piedi con destinazione Schio circa 20 km. Pranzo al sacco. Alla mattina visita alla recuperata chiesa di san Rocco, all’antica pieve matrice di Santa Maria a Pievebelvicino. Anticamente qui sorgeva la pieve della Val Leogra, punto di riferimento per gli abitanti della zona circostante, fino a quando, nei centri urbani, che nei primi secoli dopo il mille sempre più popolosi, sorsero le varie chiese parrocchiali. Da questo luogo si è diffuso il cristianesimo in tutta la valle. Il primato della chiesa Matrice di Pieve passò quindi alla chiesa più importante di questi centri, San Pietro di Schio (secolo XV). L'edificio, che nel corso della sua storia millenaria conobbe varie ricostruzioni, deve il suo attuale aspetto all'ultima di queste, risalente al 1868. Visita alla città di Schio e agli antichi luoghi dei pellegrini: il duomo di San Pietro, la chiesa di San Giacomo, San Niccolò. Cena e pernottamento.
3

3° giorno: SCHIO – VICENZA Tappa T05VI

Prima colazione. Partenza a piedi con destinazione Vicenza circa 29 km. Pranzo al sacco. In mattinata visita all’antica chiesa di Santa Giustina a Giavenale, costruita apud strata. Proseguimento verso il convento di Isola Vicentina, incontro con i frati del convento per testimonianza. Eventuale possibilità di vedere il santuario di Santa Maria Liberatrice a Malo. Proseguimento verso Vicenza e visita al Santuario di Monte Berico. Pranzo al sacco e rientro. *Programma personalizzabile in base alle esigenze del gruppo e nello sviluppo delle tematiche da proporre durante il percorso.

    Contattaci per informazioni

    Tipologia camera singoladoppia



    You don't have permission to register