SU
Image Alt
Dal 6 al 14 agosto 2020

GEORGIA

GEORGIA

$0 / per person
(0 Reviews)

6 – 14 AGOSTO 2020 (9 giorni)

Una leggenda racconta che quando Dio distribuì i suoi beni sulla Terra, giunto in Georgia, fu trattenuto dai suoi abitanti. Lo fecero sedere a tavola e gli offrirono cibo e buon vino, così Dio posò la sua gerla piena di doni e se ne dimenticò. Venne sera e si ricordò il motivo che lo aveva spinto fin lì. Prese la gerla al volo che si ribaltò spargendo ogni “ben di Dio” al suolo. La Georgia è infatti considerata il “giardino della Russia”, per la sua natura rigogliosa, la calda accoglienza degli abitanti e l’abbondante cucina locale. Questo pellegrinaggio ripercorre la lunga storia di questo paese, crocevia euroasiatico, di antica tradizione cristiana. Qui sono nate, fin dall’inizio del quarto secolo, diverse vivaci comunità cristiane passate lungo i secoli attraverso persecuzioni e prove di ogni genere. Con lo sfondo del Caucaso si attraverseranno i luoghi dei martiri, i monasteri, le numerose testimonianze artistiche ed architettoniche.

Programma del Pellegrinaggio

1

1° giorno – giovedì 6 agosto: VICENZA – VENEZIA – KIEV- TBILISI

Ritrovo dei partecipanti a Vicenza e trasferimento all’aeroporto di Venezia. Partenza per Tbilisi via Kiev . Pasti e pernottamento a bordo. Trasferimento in hotel.
2

2° giorno – venerdì 7 agosto: TBILISI

Arrivo a Tbilisi previsto nelle primissime ore del mattino,incontro con la guida , trasferimento in hotel e tempo a disposizione per il riposo. Prima colazione. Inizio della visita della città, fondata nel V secolo dal re Vakhtang Gorgasali. Visita alla Chiesa di Metekhi (XIII secolo), la chiesa a pianta a croce, parte del complesso della residenza Reale; la Cattedrale di Sioni (VI-XIX secolo), considerata il simbolo di Tbilisi. Passeggiata nella Città Vecchia con la visita della Basilica di Anchiskati, edificata dal figlio di Vakhtang Gorgasali. Pranzo in ristorante. Proseguimento con la fortezza di Narikala (IV secolo), cittadella che domina la città vecchia (la salita alla fortezza è prevista con la seggiovia, la discesa a piedi). Accanto alle terme ai piedi della fortezzasorge l’unica moschea ancora in funzione, dove sciiti e sunniti pregano insieme. Sempre ai piedi della fortezza di Narikala sorgono le antiche chiese di Betlemme superiore e Betlemme inferiore; il tempio zoroastriano del fuoco (Ateshgah), la grande sinagoga e la chiesa armena di san Giorgio (dove è sepolto il monaco e bardo Sayat Nova). Infine il Tesoro del Museo Nazionale della Georgia, dove sono esposti straordinari esempi di filigrana d’oro e altri artefatti provenienti da importanti siti archeologici. Cena e pernottamento in hotel.
3

3° giorno – sabato 8 agosto: TBILISI – SHUAMTA – ALAVERDI- GREMI – GURJAANI – SIGHNAGHI

Prima colazione in albergo. Partenza per la regione di Kakheti. La prima visita del giorno è Old Shuamta - Monastero ortodosso georgiano nel comune di Telavi, situato nel cuore della foresta, 90 km da Tbilisi. Il complesso monastico comprende tre chiese: la basilica del V secolo, uno dei più interessanti esempi di architettura cristiana in Georgia; visita di New Shuamta –fu costruito da Tinatin Gurieli, moglie del re Levan II (1520-1574). Pranzo in un ristorante locale. Partenza per Ikalto e visito l'Accademia di Ikalto che era un'accademia ecclesiastica fondata tra l'XI e il XIII secolo nel Regno di Georgia. Visita del Monastero di Alaverdi, la chiesa più grande della Georgia medioevale. In realtà la struttura vanta origini ancora più antiche, dato che nello stesso luogo esisteva un monastero già nel VI secolo. La sosta successiva sarà a Gremi - Il monumento architettonico del XVI secolo. Il complesso è quello che rimane dalla città commerciale del regno di Kakheti. Gremi fu la residenza reale ed una vivace città sulla Via di Seta finché Shia Abbas I di Persia la rasa al suolo nel 1615. Partenza per Gurjaani e visito del Chiesa di Kovladtsminda- Il monumento più importante dell'architettura georgiana dei secoli VIII-IX - Chiesa della Vergine Maria. Prosegue per Sighnaghi. Cena in un ristorante locale. Pernottamento a Sighnaghi.
4

4° giorno – domenica 9 agosto: SIGHNAGHI – BODBE – DAVID GAREJA – TBLISI

Prima colazione in albergo. La prima visita del giorno è Signaghi, la pittoresca città medievale .E’ circondata dalla cinta muraria con i suoi 23 torri. Viene chiamata “La città del Amore” dai Georgiani che spesso celebrano i loro matrimoni a Signaghi. Si prosegue per Il Monastero di San Nino a Bodbe - Centro Episcopale di Kakheti, 2 km da Sighnaghi. Secondo la leggenda, è costruito sul luogo dei funerali di San Nino di educatore georgiano. È stato riparato e restaurato molte volte. Dal 1837 il monastero di Bodbe fu abolito e divenne una chiesa parrocchiale. Nel 1889 fu aperto il Monastero della Madre di Bodbe. Partenza per David Gareja che è una delle città grotte della Georgia. Pranzo con lunch-box. Visita David Gareja Il complesso fu fondato nella prima metà del VI secolo da uno dei padri assiri, David. Ha accompagnato il suo discepolo Lukyan nel deserto di Gareji e si è stabilito in una piccola grotta naturale. Partenza per Tbilisi. Visito della cantina prima di entrare a Tbilisi. Degustazioni dei vini georgiani. Arrivo a Tbilisi. Cena in un ristorante locale. Pernottamento a Tbilisi.
5

5° giorno – lunedì 10 agosto: TBLISI – MTSKHETA – GORI – UPLISTSIKHE –URBNISI - AKHALTSIKHE

Prima colazione. Partenza verso l’antica capitale della Georgia: Mtskheta, dove si trovano alcune delle chiese più antiche ed importanti del paese e che costituisce il cuore spirituale della Georgia. Visita alla Chiesa di Jvari (VI-VII secolo), un classico dello stile tetraconco georgiano antico; la Cattedrale Svetitskhoveli (X sec) ed infine il Monastero di Samtavro, il cui nucleo originario risale al IV secolo. Pranzo in ristorante. Partenza per la città natale di Joseph Stalin a Gori. Visita del Museo a lui dedicato e al lussuoso vagone ferroviario. Si prosegue per la città scavata nella roccia Uplistsikhe - letteralmente Fortezza del Signore - fondata alla fine dell’età di Bronzo, a qualche chilometro si trova la chiesa di Urbnisi – Basilica a tre navate. Partenza per Akhaltsikhe .Sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.
6

6° giorno – martedì 11 agosto: AKHALTSIKHE – KHERTVISI - VARDZIA – UBISA - KUTAISI

Prima zolazione in albergo. Hotel check-out. Esplora la città di Akhaltsikhe , passeggiata nel centro storico caratteristico per le case colorate in stile georgiano. Visita del Castello di Rabati con fortezza, palazzo e una moschea costruita dagli Ottomani nel 1752. Partenza verso sud per la città monastero di Vardzia scavata nella roccia ai tempi della leggendaria Tamara, principessa georgiana dichiarata come il re del paese (invece della regina). Per strada visita della fortezza feudale. Secondo la legenda Khertvisi fu distrutta da Alessandro Magno. Si prosegue per la sacra città rupestre di Vardzia. La caratteristica saliente della città, che si sviluppo’ nel XII sec., sono i 13 livelli su cui sono collocati le abitazioni scavate nella roccia, con la chiesa dell’Assunzione al centro. Sono circa 600 stanze scavate nella roccia: chiese, cappelle, ripostigli, bagni, refettori e librerie. Pranzo in un ristorante locale. Partenza verso la regione di Imereti. Sulla strada, a nord-est del villaggio di Ubisi, visita della Cattedrale di San Giorgio e complesso monastico. Arrivo a Kutaisi. Cena in un ristorante locale. Sistemazione in hotel .
7

7° giorno – mercoledì 12 agosto: KUTAISI – GELATI – MONASTERO DI MGVIMEVI – TBILISI

Prima colazione in albergo. Hotel check-out. La visita della città comprende il Monastero di Motsameta costruito nel VIII secolo . Secondo la leggenda, il monastero fu costruito nel luogo in cui gli aggressori musulmani uccisero David e Konstantin Mkheidze, principi georgiani, che rifiutarono di accettare l'Islam. Monastero di Gelati, fondato nel 1106 e divenuto uno dei maggiori centri culturali della Georgia in epoca medievale.Il complesso, che comprende la grande chiesa della Natività della Vergine e quelle, più piccole, di San Nicola e di San Giorgio, è stato incluso nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco. Cattedrale di Bagrati, eretta nell’XI secolo e considerata a buon diritto un capolavoro dell’architettura medievale georgiana.Pranzo in un ristorante locale. Partenza verso il comune di Chiatura per visitare il vilaggio di Katschi e vedere la Chiesa di Katschi che si trova sulla cima di un’ alta colonna. Il tempio fu costruito all'inizio dell'XI secolo tra il 1010 e il 1014 anni. Nel 1854 il tempio fu completamente restaurato. Il prossimo visito è Monastero di Mgvimevi - un monastero nella valle del fiume Kvirili, vicino al villaggio di Mgvimevi. È un monumento molto interessante perche si trova in una grotta di roccia. Partenza per Tbilisi. Cena in un ristorante locale a Tbilisi. Hotel check-in. pernottamento a Tbilisi.
8

8° giorno – giovedì 13 agosto: TBILISI – DARIALI – ANANURI - TBILISI

Prima colazione in albergo. Proseguire lungo la Strada Militare Georgiana con i suoi paesaggi mozzafiato delle montagne, attarversando il Passo di Jvari (2397m) si arriva nella città principale del Khevi - Stepantsminda (ex Kazbegi) situata a 15 km dalla frontiera Russo-Georgiana. Si raggiunge con fuoristrada 4x4 .Pranzo in un ristorante locale. Visito del Monastero di Dariali, che si trova nella gola di Dariali, sul confine georgiano-russo. È una delle chiese più grandi della Georgia. Ritorno a Tbilisi. Durante il percorso visita al complesso architettonico di Ananuri (XV-XVII sec.) – uno dei più bei monumenti dell’architettura georgiana del periodo tardo feudale. Nel tardo medioevo Ananuri era la residenza dei duchi di Aragvi. Partenza per Tbilisi. Cena in un ristorante locale. Pernottamento a Tbilisi.
9

9° giorno – venerdì 14 agosto: TBILISI – KIEV – VENEZIA – VICENZA

Prima colazione . Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Venezia via Kiel. Rientro a Vicenza in pullman.

Contattaci per informazioni

Tipologia camera singoladoppia



You don't have permission to register