SU
Image Alt
Dal 22 giugno al 2 luglio 2020

ETIOPIA

ETIOPIA

$0 / per person
(0 Reviews)

22 GIUGNO – 2 LUGLIO 2020 (11 giorni)

Gli stupendi paesaggi dell’altipiano abissino con l’originale cultura copta, segno della profonda e antica religiosità di un popolo. Villaggi sperduti e incontaminati abitati da popolazioni  arcaiche, ancora legate ad antiche tradizioni e lo spettacolare cielo dell’Africa più autentica.

 

Programma del Pellegrinaggio

1

1° giorno - Lunedì 22 giugno MILANO MALPENSA – ADDIS ABEBA

Ritrovo dei partecipanti all’ aeroporto di Milano Malpensa. Operazioni di imbarco e partenza con volo di linea per Addis Abeba. Pernottamento a bordo.
2

2° giorno - Martedì 23 giugno ADDIS ABEBA – BAHIR DAHR

Presto al mattino arrivo nella capitale etiope, il cui nome in lingua amarico significa “nuovo fiore”. Addis Abeba, fondata nel 1886 da Menelik II, è situata a 2500 m d’altezza, alle pendici della Catena montuosa di Entoto conserva ancora la caratteristica di città-gradino. Incontro con la guida e mattinata dedicata alla visita del Museo Archeologico. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio breve sosta al Museo Antropologico e alla Cattedrale di San Giorgio. Alla sera trasferimento in aeroporto in tempo utile per partenza con volo interno per Bahir Dar, piacevole città situata a 1800 m sulle rive del Lago Tana il più grande dell’Etiopia e sorgente del Nilo Azzurro. All’ arrivo trasferimento in albergo e pernottamento.
3

3° giorno - Mercoledi’ 24 giugno BAHIR DAR – LAGO TANA E CASCATE

Prima colazione in albergo. Mattinata dedicata alla navigazione sul Lago Tana, disseminato di 37 isolette sulle quali si trovano chiese e monasteri di grande interesse storico e culturale ( sono patrimonio dell’Unesco ), che con i loro sacerdoti armati di croci permettono un salto all’indietro nel tempo. Si visiteranno la chiesa “Ura Kidane Meheret”, una breve sosta al museo e la chiesa “Beta Maryam”. Pranzo durante le visite. Il lago Tana è ha per emissario il Nilo azzurro, che da esso prende origine verso Sud, formando, dopo un tratto di qualche km, le cascate del Nilo Azzurro,una volta molto imponenti ora non così ricche di acque. Sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.
4

4° giorno - Giovedì 25 giugno BAHIR DAR - GONDAR

Prima colazione. Partenza in direzione Nord verso Gondar, la giornata sarà dedicata alla ‘città dei castelli ’, considerata la Camelot d’Africa. Nel XVII secolo i re d’Etiopia, la dinastia di Fasilladas, la scelse come prima capitale dell’impero etiope, che ha avuto inizio nel 1632: qui si possono ammirare una dozzina di castelli costruiti da diversi imperatori in 236 anni. Sembra un pezzo d’Europa trasferito in Etiopia e riflette influenze islamiche ed europee. Visita al Recinto Imperiale, con i suoi castelli reali e le alte mura in pietra lungo le strade, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, ed in particolare al Palazzo di Fasiladas, il castello più antico e spettacolare che si eleva per 32 m e ha un parapetto merlato e quattro torrette a cupola. Costruito con pietre digrossate, il palazzo viene attribuito ad un architetto indiano e rappresenta un’insolita sintesi di influenze indiane, portoghesi, moresche e aksumite. Pranzo in corso d’escursione. Proseguimento delle visite con la Chiesa di Debre Berhan Selassie, situata sulla sommità di una collina e circondata da mura fortificate. Piena di tutto il colore, la vita, la vivacità e l’umanità dell’arte etiopica, le decorazioni di questo edificio forniscono un compendio dell’iconografia e della cultura locali. L’ultima visita della giornata è ai Bagni di re Fasilidas. Cena e pernottamento in albergo.
5

5° giorno - Venerdì 26 giugno GONDAR - LALIBELA

Prima colazione in albergo e partenza con il volo di linea per Lalibela, maestosa città africana scolpita nella roccia rossa vulcanica alla base di questa remota città, a ricreare la simbologia di Gerusalemme quasi un millennio fa. Ritroviamo un mondo antico: 11 magnifiche chiese rupestri medievali, passaggi scarsamente illuminati, cripte e grotte nascoste. Oggi questo mondo rimane ancora intatto, come congelato nella pietra; nei suoi tunnel i sacerdoti e i monaci fluttuano come nuvole d’incenso, immersi nell’odore di candele di cera d’api e di canti lontani. All’ arrivo inizio delle visite dalla zona nord-occidentale, ovvero la “Gerusalemme Terrestre” dove sorgono i complessi più imponenti ed impressionanti: Bet Mediane, somigliante più ad un enorme tempio greco che ad una tradizionale chiesa etiopica. Sosta per il pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento delle visite con Bet Maryam, piccola chiesa decorata con maestria, dedicata alla Vergine, particolarmente venerata in Etiopia dove si trova la Tomba di Adamo; Bet Dangal; Bet Mikael, che serve da anticamera alla Cappella Selassie, uno dei santuari più sacri di Lalibela; Bet Golghota, vietata alle donne e famosa per la tomba simbolica di Cristo e la tomba del re di Lalibela ed infine Bet Urgel. Sistemazione in albergo per cena e pernottamento.
6

6° giorno - Sabato 27 giugno LALIBELA

Trattamento di pensione completa. Intera giornata dedicata sempre a Lalibela con le chiese del gruppo sud-orientale ovvero la “Gerusalemme Celeste”, più piccole, rispetto a quelle dell’altro gruppo, ma finemente decorate: Bet Gabriel-Rufael, importante chiesa che segna l’ingresso principale a tutto il complesso, di qui infatti parte un lungo e stretto tunnel buio che porta alla chiesa Bet Merkorios, in parte affrescata; Betlehem; Bet Amanuel, monolitica e completamente staccata dalla roccia, è uno degli edifici che meglio rappresenta lo stile degli edifici aksumiti; Bet Abba Libanos, dedicata ad uno dei santi più venerati in Etiopia. A conclusione delle visite sosta a Bet Giyorgis, la più famosa chiesa di Lalibela, che rappresenta l’apogeo della tradizione rupestre. Al termine rientro in albergo e pernottamento.
7

7° giorno - Domenica 28 giugno LALIBELA – AXUM

Prima colazione in albergo e trasferimento all’aeroporto. Partenza con volo interno ed arrivo ad Axum, città che secondo le leggende narrate nel Kebre Nagast (il Libro dei Re) nel X secolo a.C. era il luogo di residenza della mitica regina di Saba ed il sito in cui il figlio della regina e di re Salomone portò l'Arca dell'Alleanza, che ancora oggi viene custodita in un santuario. Questa città fu la capitale del lungo regno axumita, uno dei più antichi regni africani e rappresentò un crocevia fondamentale fra Asia e Africa per quasi mille anni. Arrivo e visita alla zona archeologica dove si trovano: le steli, monoliti di granito di epoca pre-cristiana decorate con incisioni simboliche; la necropoli di Keleb, dove si trovano le tombe gemelle del re Keleb e di suo figlio, finemente decorate ed il museo, che conserva una raccolta di iscrizioni in lingua sabea e ge’ez, alcune risalenti a 2500 anni fa. Pranzo in corso di escursione. Nel pomeriggio visita della Chiesa di Santa Maria di Zion , splendido esempio di architettura tradizionale, all’interno della quale ci sono interessanti affreschi e la cappella dove viene gelosamente custodita la famosa Arca dell’Alleanza (non si può vedere). E il Bagno della Regina Saba. In serata sistemazione in albergo per cena e pernottamento.
8

8° giorno - Lunedì 29 giugno AXUM – ADWA - GERALTA

Prima colazione in albergo. Partenza in pullman per Adwa e visita alla missione “Kidane Mehret” gestita dalle suore missionarie delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Attraverso una bella strada panoramica si raggiunge Yeha, città considerata la patria della prima civiltà etiopica, sviluppatasi quasi 3000 anni fa. Visita al Tempio della Luna, antichissimo esempio di architettura sabea, con diverse similitudini con le costruzioni di Marib nello Yemen. Accanto sorge la chiesa dedicata ad Abba Afte. Proseguimento poi alla scoperta della regione del Tigrai e delle chiese più antiche d'Etiopia. In questa regione infatti, tra VIII e il XV secolo, furono scolpite, incise e costruite nella roccia centinaia di chiese rupestri, molte delle quali sono state realizzate nelle pareti scoscese delle ambe, tipica montagna etiopica con la vetta piatta e le pareti quasi verticali. Pranzo in corso di escursione e visita alla chiesa di Medane Alem Adi Kesho, una delle più antiche e belle del Tigrai. Le pareti esterne ed interne sono poco lavorate e creano quindi uno splendido contrasto con il soffitto a cassettoni arricchito da intagli elaborati. Arrivo a Geralta, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
9

9° giorno - Martedì 30 giugno GERALTA

Prima colazione in albergo. L’intera giornata è dedicata alla visita delle chiese più accessibili dell’Amba Geralta: Abraha Atsebaha, una delle più belle della zona. Di grandi dimensioni, con pianta a crociera, presenta interessanti elementi architettonici come colonne cruciformi e capitelli a gradini, oltre ad affreschi ben conservati risalenti al 17°/18° secolo e a numerosi oggetti antichi, tra cui una famosa croce appartenuta, secondo la tradizione, a Frumenzio. Pranzo pic-nic sotto un olivo selvatico. Nel pomeriggio visita alla chiesa di Maryam Bahè: costruita fra il XII e XVI secolo, ha pilastri ornati con belle pitture e si raggiunge con una facile passeggiata di 30 min. Bahe in tigrino significa lago e la chiesa è situata in una bella valletta verde vicino al fiume, così come la vicina chiesa di Degum Selassie, amata dagli studiosi per essere uno degli esempi più antichi di chiesa scavata nella roccia. Ed infine la chiesa Giorgis Maikedo (San Giorgio)Rientro in hotel per cena e pernottamento.
10

10° giorno - Mercoledì 1 luglio GERALTA - MAKALLE – ADDIS ABEBA

Prima colazione in albergo e partenza in pullman per Makalle, la capitale del Tigrai, che deve la sua importanza all’Imperatore Yohannes IV, che la elesse capitale nel 19° secolo, dove si trova la chiesa cattolica della natività di Maria. Lungo il tragitto visita alla chiesa monolitica di arenaria di Wukro Kirkos, risalente all’VIII secolo. Pranzo. In tempo utile trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Malpensa via Addis Abeba, pernottamento a bordo.
11

11° giorno - Givedì 2 luglio MILANO MALPENSA

Arrivo all’aeroporto di Milano Malpensa .

Contattaci per informazioni

Tipologia camera singoladoppia



You don't have permission to register