Ufficio Pellegrinaggi Diocesi di Vicenza Contrà Vescovado, 3 - Vicenza
Linfa dell'ulivo - logo

Custodia Terra Santa

La Custodia di Terra Santa è stata promossa, ideata, pensata da san Francesco nel suo primo pellegrinaggio in Terra Santa nel 1219-20. La sua idea era quella di fare una crociata pacifica e una presenza francescana che potesse custodire i luoghi santi ma anche preservare, educare, sostenere anche persone che abitano i luoghi santi cristiane, ebree e musulmane. Nel tempo questa realtà è diventata molto consistente e sono state edificate santuari, scuole, mense, asili, ospedali, case per cristiani. La custodia dà un contributo enorme alla Terra Santa.

È proprio nella città di Gerusalemme che, da più di sette secoli, vivono e operano i frati francescani, a nome della Chiesa tutta. La loro missione si chiama Custodia di Terra Santa e i francescani oggi come ieri vi continuano la loro opera, fedeli alla condizione di missionari e di profeti di riconciliazione e di pace.

San Francesco e i francescani hanno sempre avuto a cuore l’amore per l’incarnazione di Gesù. Ed è per questo che fin dal principio hanno amato la Terra Santa. Non vi è infatti Incarnazione senza Luogo. Per noi amare questa Terra significa amare Gesù. E non possiamo pensare a Gesù, senza amare la Sua Terra. E’ per questo speciale attaccamento dei francescani al Vangelo di Gesù e alla Sua incarnazione, che la Chiesa Cattolica ha assegnato loro la missione di Custodire i Luoghi della nostra Redenzione.

Custodire i Luoghi santificati dalla presenza di Gesù ha delle modalità concrete. Esse si esprimono con l’animazione delle liturgie nei santuari sia per i pellegrini che per le chiese locali, con l’accoglienza dei pellegrini che giungono da tutte le parti del mondo per pregare e sostare in questi Luoghi e mantenere le strutture di tali Luoghi nel loro corretto funzionamento. Accanto ai Luoghi Santi sono presenti le chiese locali. Le comunità locali sono costituite da parrocchie di diversi riti e tradizioni sia cattoliche che ortodosse (occidentali ed orientali). Amare le pietre che custodiscono la memoria di Gesù li spinge ad amare le pietre vive, le comunità cristiane, che da sempre vivono in quei luoghi. Sono numerose le attività formative e sociali della Custodia per il supporto alla presenza cristiana in Terra Santa: scuole, costruzione di abitazioni, aiuto alle diverse forme di povertà.

Ai pellegrini cristiani che giungono da ogni parte del mondo, vengono offerte una guida spirituale e case di accoglienza, le “Casa Nova” di Betlemme, Gerusalemme e Nazareth, insieme alla garanzia e la grazia di poter celebrare nei Luoghi Santi i misteri della redenzione.

Vi è poi lo Studium Biblicum Franciscanum, facoltà di scienze bibliche e archeologia. È una delle massime istituzioni scientifiche per la ricerca e l’insegnamento accademico della Sacra Scrittura e dell’archeologia dei paesi biblici. Ideato dalla Custodia francescana di Terra Santa nel 1901, opera ininterrottamente dal 1924. Dal 1960 fa parte della Pontificia Universitas Antonianum di Roma e nel 2001 è diventato Facoltà di Scienze bibliche e Archeologia. Lo Studium Biblicum conduce ricerche bibliche sotto l’aspetto linguistico, storico, esegetico, teologico e ambientale. Si dedica inoltre allo studio dell’archeologia biblica, in particolare alla riscoperta dei Luoghi Santi del Nuovo Testamento e della Chiesa primitiva in Terra Santa e nel Medio Oriente, allo studio delle fonti letterarie e alla illustrazione dei santuari della Redenzione in continuità con la tradizione dei palestinologi francescani di Terra Santa.

Sito della Custodia di Terra Santa: Francescani Missionari a servizio della Terra Santa

Sito dello Studium Biblicum Franciscanum

Sito del Cristian Information Center

Sito del Franciscan Media Center

Sito delle Edizioni di Terra Santa

Sito di ATS pro Terra Sancta