Ufficio Pellegrinaggi Diocesi di Vicenza Contrà Vescovado, 3 - Vicenza
Linfa dell'ulivo - logo

Nel nostro territorio

Sono degli spunti per gustare la diocesi di Vicenza e vivere momenti di pellegrinaggio, di silenzio e di ricerca, anche vicino a casa.

Santuario della Madonna di Monte Berico
E’ stato fondato dopo le due apparizioni della Beata Vergine sul colle a sud-est della città di Vicenza, la prima il 7 marzo 1426, la seconda il primo agosto 1428.

Il pellegrinaggio a piedi, partendo dalla base del monte, è molto facile poiché si tratta di una breve passeggiata, nell’ultima parte sotto i portici. Da est, si può invece scegliere di salire al Santuario attraverso le “Scalette”, una pittoresca scalinata di 192 gradini che inizia dal piazzale Fraccon con il palladiano arco trionfale.

8 settembre
Solennità della Beata Vergina Maria, Patrona principale della Diocesi di Vicenza con il titolo di Madonna di Monte Berico: da ogni parte della provincia i pellegrini giungono al Santuario, anche dopo aver camminato la notte intera. La Santa Messa dellʼAurora li accoglie alle 6.00. La giornata continua con diverse celebrazioni.

Primo venerdì del mese
Costituisce una tappa nel movimento di pietà popolare al Santuario, per la eccezionale partecipazione dei fedeli ai sacramenti della Riconciliazione e della Eucarestia. Questo movimento di fede e di devozione è legato al ‘Messaggio della Madonna’ che nelle due sue apparizioni a Monte Berico ha voluto ripetere la sua materna promessa. Dopo aver chiesto la costruzione d’una chiesa in suo onore sul colle Berico, così si espresse con la pia veggente Vincenza Pasini: ‘Tutti coloro che con devozione visiteranno questa chiesa nelle mie feste e in ogni prima domenica del mese, avranno in dono l’abbondanza delle grazie e della misericordia di Dio e la Benedizione della mia stessa mano materna’ (Processus, f. 2 r). (dal sito)
www.monteberico.it

 

Monte Summano
Risalente alla fine del I secolo d.C., pare sia il più antico luogo di culto vicentino anche per la sua conformazione geologica di montagna separata da tutte le altre. Nel XVII secolo l’eremo e il santuario del Summano erano meta di pellegrinaggi e processioni che chiedevano protezione dalle pestilenze.
Sul Summano si sono svolte molte guerre, soprattutto la prima guerra mondiale.
Per questo, la croce posta alla sua sommità nel 1923 è simbolo di riconciliazione e di protezione, con le sue braccia aperte abbraccia tutte le terre della Diocesi.

25 agosto
Ogni 10 anni (a partire dal 1923) una grande festa e un pellegrinaggio vengono organizzati dallʼAzione Cattolica. Attraverso il bel sentiero dei Girolimini si arriva al convento antichissimo dove cʼerano i frati di San Girolamo.

 

Santa Maria di Panisacco, Maglio di Sopra (Valdagno)
Risalgono al XIII secolo le origini di questo piccolo Santuario dedicato alla natività di Maria posto su una rupe che domina la Valle dell’Agno. Ci si arriva a piedi percorrendo 235 gradini lungo i quali si snoda la Via Crucis.

Santuario Scaldaferro
Dedicato alla Madonna della Salute degli Infermi, ebbe origine dalla venerazione di un piccolo affresco della Madonna, realizzato sulla facciata esterna di una stalla. Prima edicola, poi piccolo tempio, infine chiesa e finalmente santuario: le dimensioni sono aumentate con la venerazione e il numero dei miracoli. Affidata ai padri Marianisti, il santuario è visitato anche per il bel mosaico di Padre Rupnik e il noto presepe biblico, medaglia d’oro nell’83 come miglior presepe biblico al mondo.
Scaldaferro di Pozzoleone, Vicenza.
www.santuariodiscaldaferro.org

 

Santa Maria Liberatrice, Malo
Santuario mariano dal 2005, dedicato alla maternità, rappresentata da una Madonna del Ê»300 incinta in attesa del proprio Figlio. Madre vicina a tutte le mamme e a chi desidererebbe diventarlo, Madre compagna di viaggio, di vita, Madre che conduce a suo Figlio. La festa del santuario è celebrata ogni anno la seconda domenica del mese di maggio.

 

Sulle tracce degli uomini di Dio nella diocesi di Vicenza
Santa Giuseppina Bakhita, Schio
Santa Bertilla Boscardin, Brendola
Beata Eurosia Fabris Barban “Mamma Rosa”, Terziaria Francescana, Marola (VI)
Beato Fra Claudio Granzotto, Chiampo, Zimella, Broionigo
Beato Giovanni Antonio Farina, Vescovo, Vicenza
Beata Vendramini (Bassano) Suore della Divina Volontà
Venerabile don Giuseppe Ambrosini, Abazia Villanova
Venerabile Gioacchino Stevan, religioso dell’Azione Cattolica, Vicenza Il corpo di fra Gioacchino è sepolto in una cripta del Santuario della Madonna di Monte Berico.
Venerabile fra Antonio Pagani, Barbarano, Vicenza
Don Ottorino Zanon, fondatore della Pia Società San Gaetano, Vicenza