Ufficio Pellegrinaggi Diocesi di Vicenza Contrà Vescovado, 3 - Vicenza
Linfa dell'ulivo - logo

Padre virgilio corbo OFM

Padre Corbo è tra i grandi nomi degli archeologi italiani. Ha speso tutta la sua vita in Terra Santa e per la Terra Santa e questa è la grande eredità che ci ha lasciato. Per quarantʼanni fece parlare le pietre, scavando a Betlemme, Gerusalemme, Cafarnao, Magdala, sullʼHerodion, il Macheronte e il Monte Nebo. Riscoprì la casa di Simon Pietro a Cafarnao, dove ora riposa in pace.

Note biografiche e bibliografiche
Padre Virgilio Corbo è nato ad Avigliano l’8 luglio 1918. Arrivò in Palestina nel 1928 come allievo presso lo Studium Biblicum Franciscanum, dopo essersi laureato a Roma presso il Pontificio Istituto di Studi Orientali, e nella terra del Santo iniziò una lunga carriera di ricerca ed insegnamento. La sua instancabile e importantissima attività archeologica si svolse in particolare con scavi a Betlemme, Gerusalemme, Cafarnao, Magdala, sul Macheronte, sullʼHerodion e sul Monte Nebo. È noto in tutto il mondo per aver ritrovato nella città di Cafarnao una casa del I secolo a.C., attribuita in seguito all’apostolo Pietro. Eʼ morto il 6 dicembre 1991 a Cafarnao, dove è sepolto.

Tra le pubblicazioni di padre Corbo
Gli scavi di Kh. Siyar el-Ghanam (Campo dei Pastori) e i monasteri dei dintorni (Studium Biblicum Franciscanum), Gerusalemme 1955 Ricerche archeologiche al Monte degli Ulivi, Gerusalemme 1965 Cafarnao. 1: Gli edifici della città (Studium Biblicum Franciscanum, 19), Gerusalemme 1975 La sinagoga di Cafarnao dopo gli scavi del 1969, (Franciscan Printing Press), 1970 Resti della Sinagoga del primo secolo a Cafarnao, in “Studia Hierosolymitana III” (SBF Collectio Maior, 30), Gerusalemme 1981

Scarica il programma del convegno su p. Corbo (pdf)